Milano, 4 novembre 2005 – Con le undici repliche, quasi tutte esaurite, in programma al teatro Ciak di Milano, il Rocky Horror Show darà il suo arrivederci al pubblico italiano e mondiale per un periodo di rinnovamento voluto dal produttore Bodo Mackenbruck. Il musical tornerà nel 2008 dopo una pausa di riflessione e uno spolvero delle coreografie e delle scenografie. «Lo stesso Richard O’Brien che nel 1973 scrisse il musical – ha dichiarato il produttore – ha deciso di rimetterci mano per rinfrescarlo un po’. Non ci sono problemi di pubblico, dato che lo spettacolo registra il tutto esaurito quasi ovunque, né di stanchezza del cast, che cambia ogni sei mesi, compreso il protagonista Frank’n’Furter che Bob Simons è tornato a interpretare solo per queste ultime repliche milanesi». Proprio a Milano, che ha il record nazionale delle rappresentazioni, 237 sulle 500 totali, si tiene quello che è stato battezzato «l’ultimo atto del musical mito degli anni Settanta», amato dai fan che l’hanno visto decine di volte diventando abilissimi nell’essere comprimari dello spettacolo stesso.

Per queste ultime repliche, il teatro Ciak è stato allestito in stile Rocky Horror con specchi, luci, valigie e costumi, accessori come rossetti, calze a rete, riso e carta appesi al soffitto e alle pareti, pronti da staccare e indossare per trasformarsi in Transylvani e ballare il Time Warp sotto il palco. Oltre a essere un musical di culto, rafforzato dalla versione cinematografica del 1975, interpretata da Susan Sarandon e dallo stesso Richard O’Brien, il Rock Horror è ormai un classico cittadino per molti milanesi. Ogni settimana, infatti, al cinema Mexico, nessuno si stupisce nel vedere arrivare decine di spettatori travestiti come i protagonisti del musical per dar vita a questo vero e proprio rito tutto da ridere. Per l’occasione è meglio arrivare muniti di pistola ad acqua da usare quando imperversa la tempesta, di un giornale per ripararsi dalla pioggia, di una torcia da accendere al momento di There’s A Light Over at Frankestein place, di carta igienica per la nascita del mostro Rocky e infine di riso da lanciare quando Frank e Rocky si sposano. Gli spettacoli al cinema Mexico riprenderanno il 25 novembre.

Per le ultime repliche proposte dal Ciak, e per la festa finale con tanto di asta dei costumi di scena e dei memorabilia battuta da Enrico Bertolino, sono già stati venduti quasi tutti gli undicimila biglietti, con richieste anche da Francia, Germania e Olanda. Chi volesse ricevere maggiori informazioni sullo spettacolo e sull’acquisto dei biglietti rimanenti, può accedere al sito teatronazionale.it.

Nella foto, Bob Simons in scena